ghost
29 Lug 2014

VISITA AI GIARDINI STORICI DI MOLA DI BARI - RINVIO A DOMENICA 3 AGOSTO




EVENTO RINVIATO PER MALTEMPO A DOMENICA 3 AGOSTO

Il GAL Sud Est Barese organizza una visita ad uno dei giardini storici di Mola di Bari, con escursone presso uno dei più carrateristici ipogei del territorio. La visita è in programma domenica 3 agosto (a partire dalle ore 18) e avrà inizio presso i giardini storici insistenti in via San Giuseppe 1 a Mola di Bari, di proprietà della famiglia Berlingerio e proseguirà presso l'ipogeo in via San Pasquale.

 

La visita 

I giardini, risalenti al XVIII secolo, erano un elemento caratterizzante del paesaggio molese; gli antichi viaggiatori che giungevano a Mola hanno cosi descritto il paesaggio che incontravano: “Le immagini più vivaci possono appena descrivere le bellezze naturali della strada tra Bari e Mola: deliziosi giardini la circondano che alla sinistra dolcemente discendono verso il mare, il quale è molto vicino, ed alla destra sono terminati da boschetti d’ulivi. Niente può idearsi di più pittoresco: pare che si cammini in un giardino inglese”.

Una relazione del 1783 censisce ben 100 opere di agrumeti in territorio molese. I giardini, coltivati prevalentemente ad agrumeti, contribuivano a dare l’immagine di una terra di delizia e di abbondanza. I giardini molesi devono essere distinti in giardini posti nel contesto urbano, pertinenza di case palazzate e giardini posti al di fuori dello stesso collocati in genere lungo le lame.
La collocazione nelle lame era dovuta a motivi pratici:
1) la presenza di fonti di acqua dolce ( pozzi artesiani, cisterne per la raccolta delle acque piovane);
2) le grotte presenti lungo i bordi della stessa rappresentavano un ottimo nascondiglio e deposito per merci e raccolti;
3) la depressione della lama era una difesa naturale dai venti.

I giardini erano in genere circondati da alte mura per difendere i frutti ed erano sorvegliati da torri ad uno o più livelli. All’interno di essi erano presenti viali costeggiati da colonne in tufo e da fioriere che conducevano spesso a nicchie votive o vere e proprie cappelle. L’acqua era meticolosamente raccolta, depurata e custodita nelle cisterne che erano suddivise a secondo dei diversi usi. Le piante coltivate dovevano deliziare sia lo sguardo che essere utili per la mensa o per la salute del proprietario: agrumi, alloro, acanto, biancospino, rose, tulipani, fresie si contendevano gli spazi e deliziavano la vista e l’olfatto dei visitatori. Il bello e l’utile trovavano il loro giusto equilibrio tra le alte mura. Oggi gran parte di questi giardini sono scomparsi sotto colate di cemento, o distrutti dalla inconsapevole ignoranza dei proprietari.

Data e ora :
Domenica 3 agosto 2014, ore 18:00-19:00

Programma della visita :
- ore 18:00 ritrovo dei partecipanti in via Pepe Giuseppe n.1 e breve presentazione della visita;
- ore 18:15 inizio della visita guidati dal Dr. Giuseppe Berlingerio;
- ore 19:00 conclusione della visita.

Domanda di partecipazione e termine di presentazione :
L’evento è gratuito ed aperto ad un massimo di 50 partecipanti. Il numero massimo è già stato raggiunto, pertanto non saranno accettate ulteriori prenotazioni.

 

 

 

Cerca

ghost

newsletter
 

ghost

CALENDARIO NEWS

Novembre 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

 

 

ghost

ghost

 

IL TERRITORIO

dove-siamo-mappa

CONTATTI

logo-x-articoli-Facebook

Tel./Fax +39 080 4737490

Via Nino Rota, 28/A
70042 Mola di Bari (BA)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

contatti-facebook  contatti-twitter  contatti-gmail

titolo-feed-rss
titolo-news
titolo-gare-e-avvisi
titolo-bandi
titolo-area-press
Questo sito utilizza i cookie per semplificare e personalizzare l'esperienza di navigazione e in alcuni casi sono essenziali per il suo corretto funzionamento. L'accesso a questo sito implica il consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni clicca qui.