ghost
05 Set 2014

La Dieta Mediterranea, cibo per la crescita della Puglia




L’11 settembre a Ostuni, presso l'Hotel Monte Sarago ed a partire dalle ore 10.00, la presentazione del Progetto di Cooperazione transnazionale LEADERMED

Le metodologie innovative dei Gal per valorizzare le culture locali.
Locandina-presentazione-leadermedDimmi come mangi e ti dirò chi sei. E se mangio bene, mi ricorderò di te. Che il cibo fosse il miglior conduttore di sentimenti, emozioni e ricordi, era noto da sempre: a tavola nascono relazioni, si concludono affari, si celebrano momenti unici. Ma che il cibo possa essere anche un vettore di sviluppo e di qualificazione per un territorio è una scoperta più recente. Per riconoscere e apprezzare un luogo, una cena gustosa e originale può avere lo stesso valore di un’opera d’arte, di un suggestivo borgo o di una bella spiaggia. Soprattutto se quella cena è composta da alimenti tipici della dieta mediterranea, riconosciuta dall’Unesco come patrimonio culturale e immateriale dell’umanità. Alimenti che raccontano cultura, società, storia, gastronomia, ambiente. E la Puglia ne è un giacimento inesauribile. Valorizzare la dieta mediterranea significa valorizzare l’identità di un intero territorio. Su queste basi si articola Leadermed: un progetto di cooperazione transnazionale per la tutela e la valorizzazione delle culture locali sulla dieta mediterranea, con un ampio partenariato di Gruppi di Azione Locale pugliesi e partner dell’area del Mediterraneo (Giordania, Turchia, Libano, Grecia, Albania, Egitto).

Valorizzare è la parola chiave, ma seguendo metodologie del tutto innovative, che saranno illustrate in un convegno a Ostuni (Br) l’11 settembre 2014. A partire dalle 10, nella sala convegni dell’Hotel Sarago (C.so Mazzini, 233), è prevista la presentazione del progetto e dello studio condotto sulla valorizzazione della Dieta Mediterranea, attuato dal Gal Meridaunia e condotto da un variegato gruppo di lavoro di Confagricoltura Ricerche e Consulenza, coordinato da Olga Buono, esperta di sviluppo locale e facilitatrice del dialogo interistituzionale e composto da un architetto, un nutrizionista, un economista, un agronomo e da un cuoco. Dopo i saluti d’apertura da parte del presidente del Gal Alto Salento, Domenico Tanzarella, saranno illustrate le conclusioni dell’attività e delle sperimentazioni svolte, con gli interventi degli esperti coinvolti.

Nella sessione pomeridiana, gli interventi sui diversi aspetti della dieta mediterranea: dai riflessi sul paesaggio rurale ai benefici effetti sulla salute. I lavori saranno moderati dal direttore del Gal Alto Salento Carmelo Greco. Tra gli aspetti più innovativi del progetto, l’interazione con il web e con i social network: attraverso il sito www.leadermed.info, la dieta mediterranea diventa esplorazione diretta, per una raccolta di storie e di emozioni che rendano evidenti i legami fra cibo e comunità. Il mangiar bene seguendo la dieta mediterranea diventa non solo un’esperienza sensoriale a 360 gradi, ma anche un luogo della memoria, come testimoniano le 10 ricette della cucina tipica pugliese rivisitate in chiave mediterranea. L’appuntamento di Ostuni, dunque, segna l’inizio di un percorso plurale e innovativo che – proprio attraverso i Gal - impegna amministratori, Operatori, portatori d’interesse, cittadini, verso l’ambizioso orizzonte di Leadermed.

 

 

 

Cerca

ghost

newsletter
 

ghost

CALENDARIO NEWS

Novembre 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

 

 

ghost

ghost

 

IL TERRITORIO

dove-siamo-mappa

CONTATTI

logo-x-articoli-Facebook

Tel./Fax +39 080 4737490

Via Nino Rota, 28/A
70042 Mola di Bari (BA)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

contatti-facebook  contatti-twitter  contatti-gmail

titolo-feed-rss
titolo-news
titolo-gare-e-avvisi
titolo-bandi
titolo-area-press
Questo sito utilizza i cookie per semplificare e personalizzare l'esperienza di navigazione e in alcuni casi sono essenziali per il suo corretto funzionamento. L'accesso a questo sito implica il consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni clicca qui.